Il segreto di una sfoglia perfetta

Dolce o salata, la sfogliatella è un must per chi arriva a Napoli e per chi la lascia, per un pranzo domenicale o per un simpatico aperitivo tra amici.

Ma affinchè compia il suo dovere fino in fondo, la sfogliata napoletana deve essere come tradizione la impone: croccante, farcita, bella da vedere, invitante da mordere, gustosa da assaporare.

Qual è, quindi, il segreto per una sfoglia perfetta?

Se per il ripieno non c’è differenza tra quello preparato per una sfogliata riccia e una frolla, per la pasta, invece, il discorso cambia completamente.

Sfogliata frolla

Si prepara la pasta frolla con farina, talvolta strutto, zucchero e uova. Dopo un breve riposo si stende su un ripiano per poi tagliarne dischi tutti uguali. Ogni sfogliatella sarà il risultato della sovrapposizione di due dischi contenenti, tra loro, il ripieno, ben posizionato al centro.Il tutto poi si cuoce in forno a 180° e si serve cosparso di zucchero a velo.

Sfogliata riccia

In questo caso la pasta da preparare è quella sfoglia, con farina, burro, zucchero semolato, un pizzico di sale e un quantitativo d’acqua sufficiente a rendere l’impasto elastico e della giusta consistenza. Un vero maestro pasticciere sa regolarsi anche “a occhio”!

Quest’impasto va diviso in quattro parti da sovrapporre, arrotolandole, per poi tagliarne fette larghe 1 centimetro. La maestria sta proprio nel ripiegare queste “fette di pasta” a cuppetiello, spingendole con le dita, per poi riporvi il ripieno all’interno.

La cottura in questo caso si compone di più fasi rispetto alle frolle, poichè le sfogliatelle vanno cotte in forno per i primi 20 minuti a 200 gradi e poi per altrettanti minuti a 180, finendo poi il tutto con un’ulteriore cottura di 10 minuti a 160 gradi. Alterare la cottura implica alterarne sapore e riuscita per cui è veramente importante seguire passo passo quello che la tradizione tramanda.

Lo zucchero a velo è il tocco finale prima della degustazione.

Noi di SfogliateLab vi aspettiamo, come sempre a Piazza Garibaldi, per farvi provare le nostre sfogliatelle, preparate e cotte nella più antica tradizione culinaria partenopea!

Diventare pasticcieri